venerdì 23 ottobre 2015

Bhumi Namaskar, Saluto alla Terra

Bhumi Namaskar, Viakerala 2014.

La pratica del Bharatanatyam si apre e si chiude ritualmente con il Saluto alla Terra, Bhumi Namaskar.
Ci inchiniamo con tutto il nostro essere ai piedi della grande madre che ci sostiene e ringraziamo gli Dei che ci hanno donato la danza, i Maestri che l'hanno trasmessa, e tutti i presenti.

In questo saluto sono mostrati i principali Mandala Bheda, le posizioni di base della danza indiana:

SAMA. La stabilità, il dinamismo in potenza. I piedi uniti, le gambe tese.

ARAMANDI. Il mezzo abbassamento. Il plié della danza classica.

MURUMANDI. L'abbassamento completo. Il grand plié.

NATYARAMBE. L'inizio della danza. Le braccia aperte lateralmente, i palmi delle mani rivolte verso il basso. Le dita tese e unite in pataka mudra, i gomiti alti e le spalle basse.


I mudra utilizzati sono:

ANJALI. Il gesto del saluto, del ringraziamento, della preghiera. Le mani con i palmi giunti.

Anjali Mudra, mani di Daria Mascotto.
Foto di Claudio Comito.


KATAKAMUKHA. Il sigillo del tenere. Indice e medio giunti al pollice, anulare e mignolo ben tesi.


Katakamukha Mudra, mani di Daria Mascotto.
Foto di Claudio Comito.

SHIKARA. Il gesto dell'abbraccio. Dita chiuse, pollice alto.


Shikara Mudra, mani di Daria Mascotto.
Foto di Claudio Comito.

CHATURO. Con questo sigillo devozionale tocchiamo la terra e portiamo le mani agli occhi con le tre dita centrali, indice, medio e anulare, il mignolo resta teso e il pollice è ripiegato a toccare la base dell'anulare. 


Chaturo Mudra, mani di Daria Mascotto.
Foto di Claudio Comito.



Bhumi Namaskar, Daria Mascotto.



Bhumi Namaskar, o Tatti Kumbidal nella lingua Tamil, è un approccio spirituale alla danza. Oltre ad essere una sequenza di movimento completa e un ottimo allenamento, rappresenta l'intenzione di purificare il terreno di danza, invocando la vibrazione delle forze supreme.




Nessun commento:

Posta un commento